07 Dicembre 2019

News

"Poor people, poor us!", convegno di presentazione del libro tradotto in italiano

16-04-2016 11:09 - Cosa c´è di nuovo
Gentilissimi amici,
sono lieto di invitarVi alla presentazione di un libro, ora tradotto in italiano dall´opera volontaria della Dott.ssa Cristina Parone, che avremo il piacere di illustrare il prossimo 17 Aprile, presso l´Auditorium San Domenico di Caramanico Terme, alle ore 17:00.
John Evelyn Broad, l´autore del libro, era un caporalmaggiore neozelandese catturato dai tedeschi nelle operazioni in Nord Africa e detenuto in Italia, dapprima nel campo di Tuturano (BR), poi, nel PG 78/1 di Acquafredda, presso il distretto minerario di Roccamorice. Di qui, insieme ad un gruppetto di commilitoni, evase l’11 settembre ’43, spostandosi nella zona di Decontra e Santa Croce (allora frazione di Caramanico) dove verrà accolto, nascosto ed aiutato dai contadini del posto e dal podestà Nicola Nanni fino al ricongiungimento con l’esercito alleato a Fara San Martino il 15 aprile 1944. Furono sette mesi di rocamboleschi e drammatici spostamenti per sottrarsi alle numerose pattuglie tedesche che presidiavano i paesi e l’area montana,
trascorsi in fienili e masserie, ma soprattutto in diverse grotte della Valle dell’Orfento.
Il libro “Poor people, poor us!” (“Povera gente, poveri noi”) presenta una relazione circostanziata di luoghi, fatti e persone perché nacque dalla rielaborazione di otto diari che Broad scriveva quotidianamente. Quest’opera aggiunge un ulteriore contributo alla nutrita memorialistica dei prigionieri evasi in Abruzzo rappresentando però l’unica testimonianza diretta per l’area di Caramanico Terme.
Vi aspetto, dunque, domenica prossima a Caramanico Terme!
Resto a disposizione per ogni eventualità e Vi ringrazio, intanto, per la cortese attenzione.
Cordialmente,

IL SINDACO
Simone Angelucci

[Realizzazione siti web www.sitoper.it]
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
 (testo completo) obbligatorio